2016 05 22 09 02 17 1

La foto di copertina di Oglianico la dedico a Aldo, che ho ritrovato con piacere in un campo di gara. Parlando mi diceva che ha sempre qualcuno accanto.
Se questo accade, è perchè lui è sempre stato vicino agli altri, semplicemente, e quindi merita l'affetto che lo circonda.
Forza Presidente !!!


E ora diciamo della gara!
Innanzitutto molta più gente di quanto mi aspettassi. La concomitanza con le gare UISP di Carmagnola e con la mezza di Torino FIDAL, non ha impedito la partecipazione di oltre 300 atleti tra i competitivi.
Poi occorre segnalare la presenza del caldo che, a mio avviso, ha condizionato le prestazioni di alcuni atleti.
Arrivato circa un'ora prima, mi iscrivo e ritiro il pacco gara, un paio di calze. Poi mi intrattengo a chiacchierare con alcuni che non vedevo da un po' ed infine mi preparo alla partenza, non prima di essermi informato sul percorso, conosciuto a dire il vero da pochi.
Un primo giro corto, e poi un'altro lungo, con una parte di sterrato, per poi arrivare al traguardo dopo 8,2 km
Ed ecco il conto alla rovescia di Silvano, e via! Partiti.
Io definirei la mia prestazione una via di mezzo tra le ultime 2 gare. La componente fisica nuovamente in difficoltà come a Canelli, probabilmente a seguito dell'improvviso caldo, che io patisco moltissimo, e ad un non completo recupero dopo mercoledì sera, mentre definirei soddisfacente la componente mentale che mi fa continuare senza dubbi sino al termine, allungo finale compreso.
Concludo la mia fatica in 32'32" con un passo di 3'58"/km. La classifica mi vede 43° assoluto e 8° di categoria, posizione, quest'ultima, che mi porta per la seconda volta in zona premi.
Organizzazione nel complesso buona. Unica pecca l'immensa attesa per la premiazione finale.

A questo link trovate le fotografie che ha scattato mia moglie Mariarosa.

 

 

Registrati per poter scrivere un commento.