2016 06 05 13 15 37 1

E' inutile nasconderlo. Ad Alba si va come sempre per la gara, ma tutti andiamo anche (ed a volte soprattutto) per il pacco gara.
Ed il mio è qui, immortalato nella foto.

Questa è la terza volta che vi partecipo, e le precedenti due l'ho patita parecchio. Vuoi il caldo afoso, i numerosi strappetti in salita o il molto sterrato presente, non l'ho mai chiusa con buone sensazioni, anzi! Ed anche questa volta non è stato diverso. Cominciato bene, dal quarto chilometro ho cominciato a sentire le gambe pesanti, ed ho faticato sino al termine.
Il meteo non ha sicuramente aiutato. Pioggia nella notte, fresco e nuvoloso sino a poco prima dell'inizio, è sbucato fuori il sole a complicare tutto. Il caldo, ma soprattutto l'umidità, hanno creato qualche problema ai molti podisti presenti. Alla fine però il fornito pacco gara ha chiuso "dolcemente" la gara, dando a tutti l'arrivederci al 2017.
Il mio tempo finale 39'42" mi colloca al 113° posto su 792 arrivati, e 13° di categoria su 103 M50 presenti.
Rispetto alle mie precedenti partecipazioni, ho migliorato di un minuto dall'anno scorso, mentre pago ancora 1 minuto e mezzo rispetto al 2013, anche se in quel periodo, tra maggio e giugno, corsi mediamente una gara ogni 3 giorni. Quindi migliore preparazione e tre anni in meno ...

Nel pomeriggio ho invece approfittato per fare una passeggiata sul prossimo percorso della gara di corsa in montagna nel Parco di Superga, valida come campionato provinciale e regionale a staffetta, che si terrà domenica prossima.
La gara, che ha fissato il ritrovo in piazza Giovanni dalle Bande Nere, partirà all'inizio di Strada Comunale del Cartman, circa 650 metri più avanti. Qui, risalirà la Comunale del Cartman su asfalto per circa 1.300 metri, per poi svoltare a sinistra su strada Tetti Bertoglio (sentiero 26), stavolta in salita, superare su un sovrappasso la SR10 che porta al traforo del Pino, e proseguire verso l'alto della collina. Circa 450 metri di asfalto dopo la svolta comincia il sentiero, che potrebbe presentare qualche difficoltà solo in caso di fondo bagnato. Con brevi tratti di asfalto in vicinanza di qualche gruppo di case, lo sterrato ci porterà sino ai Tetti Rocco, alternando salite a brevi tratti per rifiatare. Da qui, da poco superato il terzo chilometro, si torna su asfalto sino a raggiungere la strada comunale di Superga, per poi scendere ed imboccare in discesa, dopo una breve deviazione verso il parco di Pian Gambino, il sentiero 27 che ci porterà su un terreno decisamente corribile, anche se stretto e con presenza di case e muri di cinta ai fianchi, sino alla discesa asfaltata finale che ci riconduce in strada Cartman in vista del traguardo posto un poco più a valle.
In tutto 7 chilometri che si sono presentati straordinariamente puliti. Pulizia straordinaria fatta proprio per questa occasione dagli organizzatori del GSPT 75 / Cuore da Sportivo che, proprio alla fine del percorso sterrato, ho trovato intenti a rimuovere rami ed ingombri vari dal passaggio, con tanto di decespugliatore. Il mio grazie è stato d'obbligo.
Mi auguro soltanto che vengano avvisati, o con apposita cartellonistica, o posizionando dei volontari sul percorso, i vari ciclisti che percorrono abitualmente questi sentieri, al fine di evitare pericolosi incontri (e scontri!).

 

Registrati per poter scrivere un commento.