2016 06 26 Variglie


Continuano i doppi appuntamenti estivi con le gare UISP e FIDAL.
Con quella odierna, nel 2016, sono 32 gare per poco più di 305 km percorsi.
Mercoledì la gara di Bosconero ha invece segnato l'ottavo compleanno dall'inizio del mio correre ...

Sia il 36° Giro del Mulino che la 14° Corrivariglie, sono state gare calde e faticose. Tirata la prima, valida per il Campionato Podistico Canavesano UISP, con molta salita la seconda, valida per il Campionato Provinciale Astigiano FIDAL.
A Bosconero, prima di noi adulti, hano corso le categorie giovanili. Qui debbo fare due appunti. Il primo agli organizzatori che dovrebbero dare più enfasi alle varie partenze delle categorie, sollecitando gli adulti a portarsi vicino alla zona partenze/arrivi e creando un po' più di "atmosfera" intorno alle varie gare, l'altro proprio agli adulti, cioè noi, che dovrebbero invece recarsi tutti ad incitare questi podisti del futuro.
Cosa serve lamentarsi sempre del fatto che non c'è attenzione verso il nostro "mondo" quando noi per primi non siamo in grado di applaudire i nostri giovani, e non intendo solo i nostri figli?

Appena terminate, è toccato a noi più grandi, ma solo dopo aver osservato un minuto di silenzio, preceduto e seguito da un lungo spontaneo applauso, in ricordo di Aldo Berardo, il presidente della Durbano Gas Energy Rivarolo 77 morto domenica scorsa, il tutto preceduto dalle parole di Anna Peyrani.
Poi siamo partiti, noi della Durbano con spillata sulla maglia una fettuccia nera, ed abbiamo dato tutto, come sempre. Un giro piccolo ed uno grande per un totale di 7 km corsi ai 3:57
Al termine una strana premiazione che ha pianificato al termine la consegna del riconoscimento ai primi 3 assoluti maschili e femminili. Inoltre, ancora una volta, la non cumulabilità del premio di partecipazione con quello di categoria, ha creato qualche problema organizzativo, anche perchè alcuni hanno dovuto attendere la conclusione delle premiazioni per ritirare il pacco gara che era però in mano a chi lo aveva ritirato indebitamente e pertanto l'avrebbe dovuto poi rendere.
Cosa neppure tanto vera, visto che alla fine gli organizzatori hanno dovuto improvvisare qualche pacco gara di emergenza per soddisfare gli ultimi rimasti.

A Variglie invece iscrizioni possibili sul posto o nell'online della Società. Chi s'iscriveva in loco, pagava e ritirava il proprio pettorale, chi invece si era iscritto online attendeva l'arrivo di tutti gli altri iscritti per poter pagare e ritirare il bustone. Questo perchè per le gare Argento sembra che l'online non sia necessario. Mah! Diciamo che sul famoso bustone avrei alcune cose da dire, ma lo farò in un altro momento.
Gara impegnativa, corsa senza esagerare, mantenendo un buon ritmo, con temperatura elevata. 1,3 km di salita, 2 km di discesa, 3,7 km di salita e poi l'arrivo in discesa. Insomma, in piano, nulla! 36' totali per 7,44 km ai 4:16 Nel provinciale di categoria stavolta giungo terzo. Chi mi soffia la seconda posizione è l'atleta arrivato pochi metri avanti. A saperlo ...

Desidero ribadire, visto che negli ultimi tempi per almeno due volte ho sentito qualche organizzatore lamentarsi per atteggiamenti o esternazioni di alcuni atleti, che è indiscutibile che senza chi volontariamente dedica il suo tempo all'organizzazione delle gare noi podisti non potremmo dare sfogo alla nostra passione, e che quindi dobbiamo sempre ricordarci di ringraziarli, anche più volte, ma questo non da diritto di concludere che, essendo volontari, essi non debbano essere organizzati e preparati.
I tempi cambiano, le aspettative aumentano, ed è ora che anche gli organizzatori se ne rendano conto, senza nascondersi, alcuni, dietro al ma che pretendete da noi, dovreste ringraziare che l'abbiamo fatto, ecc. ecc. Ognuno, da ambo le parti, dev'essere conscio del proprio ruolo ed interpretarlo al meglio delle proprie possibilità.