2016 05 22 09 02 17 1

Sono trascorsi 2 anni dalla morte di Aldo. Due anni in cui nella nostra società sono successe alcune cose. La più evidente la sua scissione.
C'è chi ha criticato, chi ha esultato e chi, come me, ha osservato senza giudicare, con rispetto.
L'immagine che mi resta del purtroppo poco tempo passato con lui, è senz'altro quella di un uomo di unione e non di divisione. Per questo quanto avvenuto mi è profondamente dispiaciuto.
Credo però fermamente che ognuno nella vita debba seguire la strada che ritiene "giusta", anche se a volte sembra contrastare col passato che si vuole onorare.
E' mia ferma convinzione che non sono nè saranno i colori sociali ad unirci o dividerci, ma l'affetto ed il rispetto degli uni per gli altri.
Grazie Aldo. E' stato bello conoscerti e condividere con te uno spicchio della mia vita.

Ed ora parlerò un po' di gare, quelle che anche lui frequentava.

Venaria, Alice, Mezzi Po, Ciriè, Spineto, Nole, Colleretto e Bosconero
8 gare mi separano dal precedente articolo.
8 gare che mi hanno ridato il piacere di correre, inframmezzato ogni tanto, e mio malgrado, dal riaffacciarsi del dolore al ginocchio destro.
Sembrava ormai cosa passata quando, improvvisamente, si è ripresentato, forte. Ora è nuovamente diminuito.
Mi sono deciso: ricorrerò ad un medico. Mi tocca!
Ma ora che ho deciso d'andare, ancora mi resta da stabilire quando.
Già io ed i medici. Rapporto difficile, ma per fortuna non con quelli che sono miei compagni di squadra!
Anzi proprio ad uno (anzi una) di loro desidero fare i miei complimenti. Una che nelle gare di quest'anno ha migliorato sia la sua prestazione cronometrica (ormai mi avvicina regolarmente e sono in attesa che mi superi), che la posizione in classifica (ci si inizia a stupire quando non la si vede salire sul podio), ma soprattutto a mio avviso sta iniziando ad acquisire coscienza delle sue potenzialità, imparando a conoscere l'atleta che c'è in lei e lasciando anche affiorare un po' di sano agonismo.
Brava Elisa!
18.06.03byPicardi

Ed eccomi a parlare delle gare corse, di cui 4 di nuova partecipazione. In totale 8 gare in 24 giorni, di cui 4 pianeggianti e 3 di con 200÷300 m di dislivello. In totale quasi 70 km percorsi.

DO 27 maggio 10° StraVenaria 9,730 km

18.05.27byArtesi
488 arrivati x una gara discretamente organizzata.
Solo discretamente perchè purtroppo, nella mia personale classifica di gradimento, molti dei punti guadagnati in particolar modo grazie al suggestivo percorso che si snoda in parte tra i giardini della Reggia di Venaria ed il Parco della Mandria, sono stati persi sia per una non ineccepibile segnalazione dello stesso, specie nel passaggio tra i giardini nella seconda parte della gara, sia per una premiazione che tra non competitivi, bikers ed altro, si è trascinata oltre ogni limite orario, palesando anche alcune inesattezze nella classifica finale.
Una particolare citazione la merita però quanto accaduto ai primi atleti compettivi che, giunti all'ingresso dei giardini della reggia, si sono trovati davanti ad un cancello chiuso ed hanno dovuto attendere che una signora provvedesse alla sua apertura, favorendo così un momentaneo recupero di quelli già distaccati.
In merito alle premiazioni prolungate và segnalato che sembra esserci stata una mancanza tensione di circa un'ora al tavolo giudici gara, ma questo non spiega perchè non si sia potuto provvedere ad un'alimentazione alternativa proseguendo con la creazione delle classifiche.
Speriamo che l'organizzazione ne faccia tesoro per migliorarsi nella prossima edizione.
Sulla gara in sè, ricordo l'improvvisa esplosione del caldo una decina di minuti prima del via, caldo che condizionerà tutta la mia prestazione (e guardando la classifica non solo la mia!). Per il resto corsa affaticata già nelle vie periferiche di Venaria, e portata a termine con tanta forza di volontà. Un passo medio di 4'08"/km mi posiziona 74° assoluto e 10° di categoria.

DO 3 giugno Trofeo Comune di Alice Superiore 9,360 km

18.06.03byLocci
255 arrivati e gara ben organizzata, non fosse per la partenza con i cani data troppo vicina in ordine di tempo rispetto alla competitiva umana. Qualche atleta un po' più lento si è ritrovato così a correre a fianco di un animale a 4 zampe, occasione che può comportare qualche problema nello svolgimento gara. Per il resto un bel percorso che ho calcato per la prima volta: salite, discese e lunghi tratti di sterrato, ma corribile in tutte le sue parti. Buone sensazioni con una media finale di 4'47"/km raggiungendo la 39° posizione assoluta e la 4° di categoria.

ME 6 giugno 1° Staffetta di Mezzi Po 4,290 km

18.06.06
Una prima edizione che definirei ben riuscita. SI tratta di una gara a coppie (49 quelle arrivate), 2 uomini, 2 donne o mista, in cui ogni staffettista percorre un circuito asfalto + sterrato di circa 2.150 m per due volte, alternandosi con il "socio". Il mio è Gianfranco Paradiso, un simpatico e veloce compagno di squadra della Durbano che ha avuto l'idea di partecipare e per farlo ha pensato a me. Ed io, pur credendolo più incentivato dalla compagnia durante la cena post-gara che dalle mie prestazioni atletiche, ho accettato con piacere.
Partito lui per primo, chiude il suo giro iniziale in sesta posizione, piazzamento che entrambi riusciamo poi a difendere sino alla fine. Il mio passo sarà un discreto 3'31"/km al primo giro, ed un 3'36"/km al secondo. Sono moderatamente soddisfatto, considerando preparazione e disabitudine nella distanza specifica.
Prestazione decisamente superiore invece nella successiva specialità gambe sotto il tavolo in cui entrambi abbiamo offerto una prova superlativa!