Trivero

Ringrazio per la foto il sito www.newsbiella.it

Con la partecipazione alla 28° Classica Podistica di San Silvestro, svoltasi a Trivero in provincia di Biella due giorni prima della fine dell'anno, si conclude questo anno podistico.
Com'è andato?

E' iniziato con i problemi al ginocchio destro (meniscopatia degenerativa mediale) ereditati dal 2017, che mi hanno costretto ad un lentissimo, progressivo e testardo rientro basato sulle mie convinzioni e sensazioni, senza ascoltare i consigli medici volti ad operare.
Poi ad incrementare i problemi una borsite pre-rotulea al ginocchio sinistro seguita, dopo un paio di settimane, da uno strappo alla coscia posteriore destra con poco dopo il ripresentarsi della borsite appena riassorbita.
Ma pian piano ho continuato a correre, accettando risultati minori, ma felice di poter esserci. Comunque.
Ed infine, nella terza parte dell'anno, anche i risultati sono tornati quasi ai miei precedenti livelli, ed ho potuto finalmente tornare a correre una mezza maratona. Quasi costantemente nei primi 6 di categoria e spesso sul podio, con un passo gara inferiore ai 4'/km, ho ottenuto il 3° posto di categoria nel Campionato Canavesano su strada, il 4° posto di categoria nella Coppa UISP Regionale strada, ed il 3° posto nel Campionato interno della Durbano Gas Energy Rivarolo '77.

In quest'anno ho corso 60 gare, per un totale di 558 km, ed ho percorso in allenamento 1.089 km, con un complessivo di 1.647 km (clicca qui x il dettaglio). Numeri per me alti. Figli soprattutto di un tentativo di allenarmi con più costanza, senza badare troppo ai tempi ed alla cosiddetta "qualità".
Ma ciò che mi ha senz'altro dato più soddisfazione è stato provare il piacere di fare "gruppo" con alcuni compagni di corsa della Durbano e non. Ed è stata un'esperienza positiva, sia in gara, che durante qualche allenamento, nonchè nel successivo "recupero" mangereccio.
Per un "solitario" come me non è facile stare in un gruppo. Occorre ammorbidire degli atteggiamenti e tirare fuori quelle mie qualità "nascoste", a volte, anche fin troppo bene. Per fortuna però pare che da qualche parte ci siano ancora. Ed allora, con un po' di costanza, cercherò di farle rispuntare fuori, come tante piccole foglioline verdi. E poi si vedrà.

Quindi sì, di quest'anno appena concluso, mi posso senz'altro ritenere soddisfatto, ed ora sono pronto per affrontare al meglio quello nuovo.

Un caro augurio di buon 2019 a tutti. Runner e non!